TitleLa famiglia e lo specialista: considerazioni morali.
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2021
AuthorsFontana, Don Paolo
Secondary TitleAudiologia&Foniatria.doc
Volume5
Issue3
Pagination36-39
Date Published06/2021
PublisherPadova University Press
Place PublishedPadova, IT
ISSN Number2531-7008
Keywordschild, Parental responsibility, Therapeutic alliance
Abstract

The following considerations intercept the moral and experiential traits of the care relationship between family and medical specialist. At the basis of this relationship, there are two important points: the therapeutic alliance, which favors the human ability of care and leads to the construction of common stories; on the other hand, the cultural context that instead hinders it, with the propensity to control every step of medical practice, searching a “social normality”. Parental responsibility, understood as acceptance and education of the child, must be placed at the core of this reflection; how to help when the child is born with a disability? The pathway of the therapeutic alliance can be indicated in three stages: 1) to reach an informed decision; 2) to favor the identification of the responsibilities that can be assumed; 3) to recognize that human life is structurally characterized by the presence of limits. In this pathway, no solutions are indicated a priori but, only at the end, it is possible to identify one.

Le considerazioni che seguono vanno ad intercettare i tratti morali e dunque esperienziali, sapienziali, della relazione di cura tra famiglia e specialista. Due sono i riferimenti a monte di questa relazione: l’alleanza terapeutica, la quale favorisce l’attitudine umana del prendersi cura e consente di costruire storie comuni; il contesto culturale che invece la ostacola, con la propensione al controllo di ogni passaggio della prassi medica e con la ricerca di una “normalità sociale”. Nell’alveo della riflessione occorre porre la responsabilità genitoriale intesa come accoglienza ed educazione del figlio; come essere di aiuto se il figlio nasce con disabilità? Il percorso da compiere nel contesto dell’alleanza terapeutica può essere indicato in tre passaggi: favorire una decisione consapevole; favorire l’individuazione delle responsabilità che si possono assumere; riconoscere che la vita umana è strutturalmente segnata dalla presenza del limite. In questo cammino nessuna soluzione è indicata a priori, ma al termine di esso è possibile individuarne una.

URLhttps://audiologiaefoniatria.padovauniversitypress.it/2021/3/7
DOI10.14658/pupj-ijap-2021-3-7